Grosseto, donna uccisa durante rapina in villa

Silvana Abate, 72 anni, è stata uccisa nella notte durante un tentativo di rapina nella sua villa. E' accaduto a Montelaterone, sul monte Amiata. A dare l'allarme i figli che non riuscivano a contattarla al telefono

Grosseto - Una donna è stata uccisa durante un tentativo di rapina in un’abitazione in località Montelaterone, nel comune di Arcidosso, sul monte Amiata. Silvana Abate, 72 anni, vedova Francescatti, giaceva riversa nell’atrio del suo appartamento: a sollecitare l’intervento dei militari gli stessi familiari della donna che non ricevevano sue notizie dalla mattina e che avevano più volte cercato di contattarla telefonicamente nelle ore successive. Le cause del decesso - spiegano gli investigatori - "sono da attribuire ad azioni violente, da parte di terzi". Sulla vicenda indagano i Carabinieri di Arcidosso e i colleghi del Nucleo investigativo del Reparto operativo di Grosseto. Il magistrato inquirente è Alessandro Leopizzi, sostituto procuratore della Repubblica presso la procura di Grosseto. Secondo le ricostruzioni dei vigili sarebbe stata svegliata da alcuni rumori e alzatasi dal letto per capire cosa stesse avvenendo si sarebbe trovata davanti almeno due persone con le quali ha avuto una colluttazione che ne ha provocato la morte. La donna, vedova, viveva da sola nella villa situata a circa quattro chilometri da Arcidosso. Imprenditrice in pensione, negli anni '80 gestiva un allevamento di visoni da pelliccia.