Grosseto travolto ma resta al comando

Ci s'è messo anche il nubifragio, che ha provocato la sospensione di Mantova-Vicenza, a frazionare ulteriormente il campionato di B che già di suo procede saltellando fra anticipi e posticipi (a chi giovano?). Così la classifica non sarà definita nemmeno martedì sera dopo i tre recuperi. I rigori hanno condizionato le partite più importanti, comunque senza nulla togliere alle squadre che ne hanno beneficiato. Dal dischetto è cominciata la pesante sconfitta che il Grosseto, unico a punteggio pieno, ha subito contro la matricola Sassuolo, non tanto perché lo specialista Solvetti ha realizzato il rigore quanto per l'espulsione del portiere Acerbis, e contro una squadra che ha nell'entusiasmo e nella velocità le caratteristiche fondamentali non era possibile tentare la rimonta. E dal dischetto il Bari ha acciuffato al 90' il Brescia, andato in vantaggio con un precedente rigore. E ancora un penalty ha dato con Cristiano Lucarelli lo slancio alla larga vittoria del Parma sull'Ancona. Tre giornate, e incomplete, sono poche per delineare la fisionomia del campionato ma alcune delle favorite mostrano alcune difficoltà, Empoli e Brescia non hanno ancora vinto.