Il gruppo al 29,9% nei camion Man

Volkswagen

Volkswagen serra la presa sul produttore di camion tedesco Man, aumentando la sua partecipazione dal 20 al 29,9%, ossia appena sotto la soglia oltre la quale scatterebbe l’obbligo di lanciare un’Opa su tutto il capitale. Una mossa, comunicata con una nota, con cui la casa di Wolfsburg afferma di aver rafforzato la sua capacità di favorire un’alleanza amichevole tra Man e la rivale svedese Scania, di cui la stessa Volkswagen è primo azionista. A fine gennaio Man ha lasciato cadere un’Opa ostile da 10,3 miliardi di euro su Scania, ripiegando su trattative amichevoli con cui concordare una fusione. Volkswagen è interessata che l’eventuale operazione inglobi anche le sue attività sui veicoli pesanti.