Gruppo Fiat, il marchio Lancia torna sul mercato giapponese

Tre i modelli allo studio Per la 500 ordini a quota 70mila

nostro inviato a Venezia

In attesa del Salone di Francoforte, che aprirà i battenti l’11 settembre con l’anteprima della nuova Ferrari 430 e la prima esposizione mondiale della 500, il dopo-ferie del gruppo Fiat riparte da Lancia. A Venezia, dove la casa automobilistica è sponsor della Mostra internazionale del cinema, l’ad Olivier François ha presentato la nuova Musa (tra le novità ritocchi allo stile e dimensioni più generose) e delineato i piani di sviluppo del marchio. Il percorso che porterà Lancia a vendere, secondo le aspettative dell’ad di Fiat Group, Sergio Marchionne, 300mila modelli nel 2010, ha nella Delta Hpe la prima vettura del nuovo corso. Presentata lo scorso anno in occasione del centenario, la sportiva torinese debutterà nel giugno 2008. «Contiamo di produrne 60mila a regime - ha affermato François - ma possiamo arrivare anche a 70mila». Il piano di sviluppo prevede, dopo la Delta Hpe, altre tre novità. «Ci stiamo lavorando», si è limitato a dire l’ad. L’avvicinamento alle 300mila unità preventivate da Marchionne per il 2010 è dunque in corso: «Nel 2007 - ha precisato François - contiamo di commercializzare circa 125mila vetture, mentre il prossimo anno dovrebbero salire a 150-160mila. Il piano d’azione definito un anno fa è stato rispettato e oggi cominciano a esserci i presupposti commerciali per lanciare i futuri modelli». Lancia, intanto, si prepara ad allargare il raggio d’azione: è stato deciso il ritorno sul mercato giapponese, abbandonato nel 1990, e di scommettere anche sul Regno Unito. In casa Fiat, infine, si contano gli ordini della nuova 500 (nel campo della sicurezza la “piccola” ha ottenuto le 5 stelle EuroNcap) ormai a quota 70mila, e si fanno i conti con una Borsa sempre più altalenante. Ieri il titolo ha chiuso con un più 0,53% a 19,03 euro, recuperando le perdite d’inizio giornata. Smentito infine dal Lingotto il progetto “Topolino”, la realizzazione di una microauto a 4 posti e lunga meno di 3 metri.