Gruppo Fiat, le vendite in lieve aumento

Ancora un tonfo a luglio per il mercato dell’auto europeo che ha segnato un calo delle nuove immatricolazioni del 5,3%, dopo il -7,9% di giugno. Il ribasso delle vendite ha interessato quasi tutti i principali marchi automobilistici a eccezione però di Fiat e Bmw, in progresso rispettivamente dello 0,4% e del 3,8 per cento. È quanto risulta dalle stime di Jato Dynamics che precedono i dati ufficiali dell’Acea la cui diffusione avverrà il prossimo 16 settembre. In particolare, il mese scorso nei 27 Paesi dell’Europa allargata le nuove immatricolazioni sarebbero scese a 1.259.130 unità (-5,3%), mentre quelle del marchio Fiat sarebbero cresciute fino a quota 81.035 (+0,4%). Da gennaio a luglio, invece, l’incremento delle immatricolazioni europee del marchio della casa torinese sarebbe del 2,6% annuo, per un totale di 630.603 unità. Anche questo dato è in controtendenza rispetto al mercato che, nei primi sette mesi, secondo Jato, sarebbe in flessione del 2,5%, per un totale di 9.475.111 unità.