Gruppo globale presente in trenta Paesi

Il gruppo E.ON opera con oltre 95mila collaboratori in 30 Paesi. Nato nel 2000 dalla fusione delle conglomerate industriali tedesche Veba e Viag, oggi E.ON può contare su 40 milioni di clienti e su un fatturato di circa 70 miliardi di euro nel 2007.
E.ON integra tutta la catena del valore dell’energia e del gas. Il gruppo è infatti attivo nell’upstream (generazione elettrica e produzione di gas naturale), midstream (importazione, trasmissione e trading di energia) e downstream (fornitura al cliente finale).
Al fine di garantire la sicurezza degli approvvigionamenti e delle forniture di energia, il gruppo punta su un mix equilibrato delle fonti in cui, accanto al gas, al carbone e al nucleare, quelle rinnovabili rivestiranno un ruolo sempre più rilevante. È infatti tra gli obiettivi di E.ON puntare su una crescita sostenibile, investendo nell’innovazione tecnologica e focalizzandosi sull’efficienza energetica e sulla salvaguardia dell’ambiente. Circa il 10% del totale degli investimenti previsti - circa 6 miliardi di euro - saranno infatti destinati alle energie rinnovabili, con l’obiettivo di diminuire del 50% entro il 2030 le emissioni di anidride carbonica.
Nel nostro Paese E.ON opera in maniera autonoma tramite E.ON Italia, capogruppo della nuova market unit Italy costituita all’inizio del 2008. Da noi E.ON è in grado di supportare la necessaria diversificazione delle fonti di approvvigionamento energetico nel lungo periodo, contribuire alla sicurezza e alla stabilità delle forniture e promuovere lo sviluppo delle rinnovabili. Le attività sono ora condotte in maniera integrata, ma tutte fanno capo alla casa madre E.ON AG: dall’approvvigionamento e distribuzione di gas, alle attività di generazione di energia elettrica acquisite con Endesa Italia, alla vendita a tutti i segmenti di clientela di gas ed energia.
Il consiglio di amministrazione di E.ON Italia è guidato dal presidente e amministratore delegato Klaus Schäfer. Collaborano nella gestione dell’azienda il responsabile finanziario John Boles, il presidente della divisione commerciale Luca Dal Fabbro e il direttore delle risorse umane Paolo Venerucci.