Il Gruppo Inizio d’anno in rosso per l’Espresso

Buchi di bilancio non solo per All Music in casa De Benedetti. È infatti tutto il Gruppo Espresso (di cui l’Ingegnere detiene il 50,85%) a balbettare sul mercato. Per colpa di «una recessione mai vista dagli anni Ottanta» e della crisi generale, il Gruppo ha chiuso in rosso il primo trimestre dell’anno: da gennaio a marzo ha fatto segnare 2,5 milioni di euro di perdita.
Il dato negativo è senz’altro legato al calo degli introiti pubblicitari e contrasta con il bilancio del 2008 appena approvato. Nell’anno passato, seppur con un attivo fortemente ridimensionato, l’azienda aveva comunque fatto segnare 20,6 milioni di utile. Tempi passati, evidentemente. Così come è evidente la congiuntura economica drammatica: «Non siamo contenti - ha spiegato De Benedetti - e i dati di aprile non lasciano intravedere una ripresa». D’altronde il fatturato in calo del 18%, il margine operativo lordo a -53% e il risultato operativo addirittura a -76% non sono cifre fraintendibili. E dunque? «È evidente la necessità di contenere ulteriormente i costi». Magari reclamando «misure straordinarie» da parte del governo.