Gruppo Pirelli in fermento

Un risultato ancora positivo per Piazza Affari, che le consente di registrare nuovi livelli massimi per l’anno in corso, con un miglioramento di oltre il 9%. Consistente anche il volume degli affari, risultato di poco inferiore ai 3,5 miliardi. La cronaca della giornata non si differenzia da quella delle riunioni che l’hanno preceduta, ed impostata ancora sul risiko bancario, con oscillazioni alterne per i protagonisti, che tuttavia non hanno superato l’1%, e con la sola eccezione di Reti bancarie, in calo di oltre il 2%. L’interesse degli operatori si è rivolto alle Fiat, che chiudono in calo dell’1,8% sotto quota 7 euro, alla vigilia dei conti trimestrali; giù anche Stm, che registra un calo di oltre il 2%. Qualche fermento si nota invece per il gruppo Pirelli, con la holding in crescita del 2,5% e Telecom che prosegue il rally dopo lo sprint della vigilia. Prosegue l’interesse per Alleanza (più 1,6%), poiché ai rumors dei giorni scorsi si è aggiunto quello di un possibile delisting. In fase di risveglio anche il gruppo degli editoriali. Esordio sprint al mercato Expandi di Bioera e Monti ascensori: la prima, collocata a 7 euro ha chiuso a 9,6%,con un balzo del 37%; Monti ascensori, collocata a 2 euro ha chiuso in rialzo del 20%.