Il gruppo Sixty si avvicina a Piazza Affari

da Milano

Miss Sixty, il gruppo di moda fondato nel 1991 dagli stilisti Renato Rossi e Wicky Hassan, potrebbe sbarcare in Borsa. Ci sarebbero già contatti con alcune importanti banche (tra cui Morgan Stanley e Merrill Lynch). Il gruppo di Chieti, oltre ai marchi Miss Sixty ed Energy, comprende anche i brand Murphy&Nye (fornitore ufficiale delle divise della Coppa America), Killah, Refrigwear e Richlu. Nel 2007 l'azienda abruzzese conta di raggiungere i 700 milioni di ricavi - 60 in più del 2006 - per arrivare a 930 milioni nel 2009. Secondo stime di mercato, Miss Sixty (sede a Teramo, produzione a Chieti e direzione creativa a Roma) potrebbe valere almeno 1,5 miliardi di euro. Continua intanto l’espansione del network retail di Murphy&Nye (122 milioni il giro d’affari)), azienda leader nel settore dell’abbigliamento nautico e sportswear. Questa volta il focus è su Russia e Cina (Pechino e Macau). Mosca in particolare vede la presenza dell’azienda già da tempo, con risultati di vendita in crescita. Lo testimoniano le sei aperture di altrettanti store monomarca a distanza ravvicinata: sono state infatti aperte altre tre strutture a Mosca (che portano a quota sei la presenza nella capitale), San Pietroburgo e Odessa (per entrambe le città si tratta della seconda apertura) e una a Kiev in Ukraina. Gli sforzi si concentrano anche sul Giappone, Emirati Arabi (Dubai), Repubblica Ceca e Santo Domingo, che si affiancheranno alle altre location di prestigio messe a segno quest’anno.