«Guadagni indebiti in Borsa Il titolo andava sospeso»

da Roma

«È sorprendente che Consob non abbia sospeso i titoli Telecom e Pirelli sin dall’inizio di una vicenda che ha risvolti oscuri». Lo afferma Stefano Passigli, senatore ds, aggiungendo che le festività pasquali «fanno ciò che Consob avrebbe dovuto fare».
«Non è la prima volta che ad annunci di Tronchetti Provera di interesse per Telecom da parte di grandi gruppi non ha fatto riscontro alcun reale sviluppo - aggiunge Passigli -. Ma nel frattempo qualcuno ha lucrato indebiti rialzi. È inoltre sorprendente che la penale prevista in caso di mancata conclusione dell’accordo con At&t sia di soli 16 milioni di euro quando in passato da Telecom fu pagata a Berlusconi una penale sei volte superiore per il mancato acquisto di Pagine Utili».
Il senatore della Quercia si spinge anche più là e sospetta manovre che violano la legalità. «In assenza di serie indagini - sostiene infatti Passigli - non si può escludere oggi l’esistenza di pratiche antimercato. Consob sospenda i titoli, chieda una adeguata informazione e avvii una indagine sugli scambi effettuati in questi giorni e in occasione dei precedenti annunci».