Guantanamo, gli Usa: "Accogliete due detenuti" Frattini: valuteremo i casi

Gli Stati Uniti hanno chiesto all'Italia di accogliere due detenuti tunisini provenienti da Guantanamo. I due erano stati indagati nel 2007 dalla procura di Milano. Frattini: "Valuteremo caso per caso"

Roma - Gli Stati Uniti hanno chiesto all’Italia di prendere in consegna due prigionieri di Guantanamo. Lo apprende l’Ansa da fonti informate. Si tratta di due tunisini: Riadh Nasri e Moez Fezzani. Sempre secondo quanto si apprende, l’Italia non avrebbe ancora dato il proprio consenso ad accogliere la richiesta.

Indagati dalla procura di Milano I due tunisini sono stati indagati nel 2007 dalla procura di Milano perchè accusati di essere stati i punti di riferimento all’estero di una cellula italiana legata al gruppo salafita. I contatti fra la diplomazia americana e rappresentanti degli Affari esteri e dell’Interno italiani sono avvenuti nelle scorse settimane a Roma.

Frattini: "Esamineremo caso per caso"
L’Italia esaminerà, caso per caso, sulla base delle regole comuni europee le eventuali richieste degli Stati Uniti per l’accoglimento dei prigionieri del carcere di Guantanamo ed il ministro degli Esteri Franco Frattini incontrerà, venerdì prossimo a Roma, l’attorney general degli Stati Uniti per chiedere chiarimenti in merito. Lo riferiscono fonti vicine al titolare della Farnesina in merito alla richiesta americana di accogliere in Italia due detenuti tunisini.