Guardì, Scicolone e l’Affittopoli sicula

Metti il regista Michele Guardì e la sorella della Loren in una delle case romane dell’azienda sanitaria provinciale di Agrigento. L’ultimo caso di «Affittopoli», racconta il Corriere del Mezzogiorno, l’ha rivelata martedì l’assessore regionale alla sanità siciliana Massimo Russo, annunciando l’avvio di un’indagine sulla gestione degli immobili di proprietà dell’Asp da parte dell’ente guidato dal governatore Lombardo. A fare i nomi e i cognomi degli inquilini delle abitazioni, invece è stato il manager dell’Asp, Salvatore Olivieri. L’azienda è già riuscita a riavere la disponibilità «dell’appartamento di via Nomentana che era stato affittato da Maria Scicolone, sorella di Sofia Loren», assicura il dirigente. Mentre l’azienda starebbe ancora cercando di riappropriarsi dell’altra casa, quella affittata oltre 30 anni fa al regista televisivo Rai Michele Guardì.