È come guardare dal buco della serratura

Caro Massimiliano, leggo della tua diffidenza nei confronti di facebook che condivido. Non sapevo niente di questo social network e da sprovveduta mi sono iscritta circa un mese fa per poi uscirne disgustata. Recentemente sono rientrata in vista della prossima campagna elettorale perché, purtroppo, al momento è il sistema di comunicazione internet più diffuso. È tutto l’insieme che non va. È adolescenziale, esalta il narcisismo delle persone, coltiva più le inimicizie che le amicizie, sfrutta la depravazione di osservare gli altri dal buco della serratura, incita all’uso di un linguaggio approssimativo e sgrammaticato perché concede spazi troppo ristretti per comunicare e ha un aspetto iconografico poverissimo per non dire desolante.