La Guardia costiera porta Bassolino a Capri

Canta Pino Daniele: blitz del governatore della Campania con la lancia della capitaneria di porto

da Capri (Napoli)

La motovedetta della capitaneria di porto come un taxi ma il conto lo paga il contribuente. Il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, giovedì scorso si è imbarcato sul mezzo della guardia costiera di Napoli, per recarsi a Capri, dove era atteso per consegnare in serata, un premio al cantante Pino Daniele, nell’ambito della manifestazione, «Musica isola di Capri». La notizia, apparsa sul Mattino di Napoli, ha poi fatto il giro dei siti di gossip. Antonio come Clemente (Mastella), motovedette e aerei delle istituzioni per i propri spostamenti, anziché viaggiare come dei normali cittadini. Giovedì sera, dunque, Bassolino, accompagnato al porto dalla sua scorta, si è imbarcato sulla motovedetta 280 della capitaneria di porto ed è corso dal suo amico cantautore.
Obiezione: perché il governatore diessino, imputato nello scandalo dei rifiuti, non si è imbarcato su un traghetto o un aliscafo per raggiungere Capri? Quanto avrebbe risparmiato l’erario se il presidente della Regione si fosse imbarcato con gli altri turisti diretti all’isola sui mezzi di linea?
Al ritorno, stessa musica. Finita la manifestazione intorno alla mezzanotte, Bassolino ha ripreso il «taxi», pardon la motovedetta della capitaneria di porto ed è tornato a Napoli. E con lui c’era un ospite, il premiato della serata: Pino Daniele. «Il presidente mi dà un passaggio, torno a Napoli con lui», ha detto dal palco il cantante, ai suoi ammiratori. Al porto di Napoli, ad attendere Bassolino e i suoi compagni di viaggio, c’erano gli agenti della scorta. Destinazione, la bella casa di Posillipo.