Guardie giurate per proteggere la spazzatura

Se in Campania fanno di tutto per toglierseli di torno, a Legnano pagano addirittura le guardie giurate per proteggerli dai ladri. Sembra paradossale, ma nella città del Carroccio, c’è infatti anche chi ruba i rifiuti. Certo, non dai sacchetti depositati dalle famiglie nei cassonetti, ma quelli differenziati, conferiti alla piattaforma di via Menotti gestita dall’Amga.
«Rubano di tutto – racconta chi abita nei pressi -; vengono di notte e si portano via ferro, cartoni, plastica e tutto quanto può essere rivenduto o usato in maniera diversa». Dalle testimonianze raccolte, i ladri sarebbero extracomunitari e romeni che passando da un sentiero alle spalle della piattaforma, raggiungono l’impianto per il deposito dei rifiuti differenziati, facendo man bassa.
Un fenomeno talmente preoccupante, che già in passato l’Amga aveva cercato di tamponare con la videosorveglianza. Ma non era servito a molto. I furti era continuati anche di giorno, accompagnati da minacce ai sorveglianti ed ai cittadini che osavano opporvisi. Così la sorveglianza della piattaforma è stata affidata addirittura alle guardie giurate, con costi per la società di gestione di decine di migliaia di euro all'anno, che gravano sulle tariffe. Per contenerli, d’ora in poi il deposito sarà sorvegliato soltanto di notte.
«Ormai - ha dichiarato il presidente Paolo Pagani -, è diventato un problema di ordine pubblico e quindi chiediamo aiuto alle forze dell'ordine». Chiamate così a proteggere cittadini ed anche i rifiuti.