Guarguaglini: «Forte crescita» Dismissioni per un miliardo

Londra«Con meno di 4 miliardi di dollari possiamo realizzare altri 18-19 elicotteri per la Casa Bianca, simili ai 5, versione Increment I, che stiamo consegnando». Pierfrancesco Guarguaglini, numero uno di Finmeccanica, è ottimista sulla prosecuzione del programma per l’elicottero presidenziale Usa e specifica che della eventuale seconda commessa la quota italiana sarà pari al 30%, come è già avvenuto per il contratto in corso (2,56 miliardi). Presentando i dati 2008 e le future linee guida a Londra, Guarguaglini ha anche annunciato di aspettarsi entro fine aprile altri due sviluppi importanti per la controllata Alenia Aeronautica: l’ok italiano alla prosecuzione del programma per il cacciabombardiere F-35, con la realizzazione della linea di produzione a Cameri, nonché l’accordo tra i governi europei per l’acquisizione della terza serie di caccia Typhoon. L’Italia è orientata, come la Gran Bretagna, ad acquistare la metà dei velivoli Tranche 3 originariamente previsti e questo, dice Guarguaglini, avrebbe un effetto sui costi.
Quanto al settore civile, ci sarà una riduzione dei ricavi 2009 dovuti ai problemi del programma B787 con Boeing. Finmeccanica, intanto, prevede una crescita sostenuta sia quest’anno sia nel 2010, di tipo organico e non più frutto prevalentemente di acquisizioni. Anzi, Alessandro Pansa, condirettore generale e direttore finanziario, osserva che «nel corso dell’anno saranno effettuate dismissioni per un valore compreso tra 500 milioni e un miliardo di euro, per ridurre l’indebitamento», che è a salito a 3,4 miliardi di euro dopo l’acquisizione di Drs. Indebitamento di cui si cercherà anche di riallungare la durata, dagli attuali 5 a 8 anni. Le cessioni potranno riguardare una quota di Ansaldo Energia «da definire», mentre diventa remota l’ipotesi di un collocamento in Borsa. Un accordo con un partner/azionista è possibile anche per Ansaldo Breda, ma questo è legato al successo nelle gare per nuovi treni che «speriamo, finalmente, le Ferrovie italiane avviino».