Guarguaglini: «Siamo pronti aspettiamo solo gli sviluppi»

Finmeccanica «è pronta» alla riapertura della gara negli Stati Uniti per la fornitura di 141 elicotteri del programma Csar del valore di 15 miliardi di dollari. Lo ha detto il presidente e amministratore delegato di Finmeccanica, Pier Francesco Guarguaglini, a margine della cerimonia per la posa della prima pietra del Centro di controllo Galileo, sistema europeo di navigazione satellitare (la nuova infrastruttura, che avrà una superficie di circa 4mila metri quadrati, sarà completata entro il 2008). Guarguaglini ha spiegato che «al momento c’è solo l’indicazione del Gao e che il Pentagono deve prendere in carico questa indicazione e indire una nuova gara. Vediamo come la indice. Noi siamo pronti». Finmeccanica aveva partecipato alla competizione in partnership con Lockeed Martin mentre un terzo competitore era la statunitense Sikorsky. Sia la cordata di Finmeccanica sia quella di Sikorsky avevano presentato ricorso sia sulla procedura sia sulla entità dei costi ritenendoli elevati.