Guariniello e Scarpinato «aggiunti» a Roma Dal Csm c’è il primo sì

«Pezzi da novanta» in arrivo alla procura di Roma. La Commissione incarichi direttivi del Consiglio superiore della magistratura, all’unanimità, ha dato il via libera al trasferimento nella capitale per assumere l’incarico di procuratore aggiunto di Raffaele Guariniello, procuratore aggiunto di Torino già titolare di importanti inchieste quali quella sul rogo della Thyssen e sul doping, e del pubblico ministero di Palermo Roberto Scarpinato, già pm del processo Andreotti e titolare alla Dda del capoluogo siciliano della sezione sulla criminalità economica. I posti di procuratore aggiunto da coprire alla Procura di Roma sono in tutto quattro: uno andrà al sostituto romano che fa parte del pool antiterrorismo della capitale, Pietro Saviotti, anche lui designato all’unanimità; per l’ultimo posto disponibile sono in ballottaggio il sostituto di Roma Alberto Caperna e l’ex procuratore di Trapani Gianfranco Garofalo.