Guasto alla funivia: mezz’ora nel vuoto

Venti minuti sospesi nel vuoto, ad un’altezza di venti metri: i passeggeri della funivia, che collega Trapani con Erice, hanno vissuto ieri veri e propri momenti di terrore. A causa di un guasto alla fune di traino, le cabine dell’impianto sono rimaste a mezz’aria e, dentro, intrappolate, una decina di persone, fra cui una donna con un bambino di cinque anni: è stata proprio lei, impaurita dall’improvviso blocco nel vuoto, a lanciare l’allarme, chiamando polizia e vigili del fuoco. Intanto, a terra, nella stazione di Trapani, circa trecento persone aspettavano di salire a bordo, per percorrere quei 700 metri di dislivello che separano la città siciliana da Erice. Quel che è sorprendente, anche per gli stessi gestori della «FuniErice», è che l’impianto fosse stato inaugurato giusto l’altro ieri, con tanto di benedizione del vescovo trapanese. Ieri il trasporto era gratuito, il che ha attirato moltissima gente: tanto che, al momento dell’incidente, in attesa c’erano centinaia di persone, mentre sulla funivia ce n’erano soltanto una decina, un dettaglio ancora da chiarire. Sostituita la puleggia, le cabine hanno poi ripreso a funzionare regolarmente.