Gucci festeggia i 70 anni del negozio di via Condotti

L’evento estivo della moda a Roma è il ritorno di Gucci, che sceglie la capitale per festeggiare i 70 anni dello storico negozio di via Condotti. Un anniversario che celebrerà stasera, con una speciale presentazione della collezione Cruise 2009, a villa Aurelia sul Gianicolo. La sfilata, seguita da cena per vip, si svolgerà sul colle romano dov’è cresciuta la stilista del marchio, Frida Giannini. È stata lei a volere che quest’anno, eccezionalmente, approdasse a Roma la presentazione che dal 2005 si tiene a New York.
Gucci approda nella capitale nel pieno delle manifestazioni di Alta Roma, partite domenica, con la sfilata di Fausto Sarli che ha portato in passerella la top model romana Maria Carla Boscono, per interpretare una straordinaria collezione dedicata alla figura del cerchio. Gucci non entra nel calendario, ma presenta anche 5 modelli che saranno in vendita esclusivamente a via Condotti, con borse-cartolina di Via Condotti.
Ieri sera, intanto, la scena del Santo Spirito in Sassia è stata per Gattinoni, che ha stupito con una collezione in cui lo stilista Guillermo Mariotto ha creato abiti di sofisticato misticismo. Ragione e Spirito era il suo tema e, insieme all’alta moda sfilavano modelli di Demicouture, più accessibile nei prezzi ma ugualmente ricercata nelle linee. C’era l’«abito di dio», con un grande occhio ricamato sul nero del petto, arcangeli in gilet e tessuti lamé, antiche divinità anche orientali con camicie pieghettate simili a pellicce, cascate di rouches sul bustier, draghi e obi giapponesi in cui lo spago tiene insieme miriadi di pietre di vetro. «Sublimage» è il modello da sposa, che quasi nasconde il viso dietro un quadrato di plissé. Ad esaltare tutto macrogioielli esotici e preziosi, disegnati dalla principessa Grazia Borghese.
Ieri è stata anche la giornata del gran rientro ad Alta Roma di Marco Coretti, dopo tre anni di assenza. Stupefacente è il suo omaggio ad Yves Saint Laurent, appena scomparso, all’insegna dei suoi colori: nero e blu. Il giovane stilista declina in mille modi lo smoking, inserendovi anche elementi della giacca trench, ne ricama in nero la linea perfino su un abito di tulle trasparente color carne. La sua è un’alta moda moderna, davvero innovativa e con grinta da vendere.
Eleganti anche i modelli di Ettore Bilotta, di un glamour anni ’40-’50, per donne algide come le dive di Hitchcock. E senza età, come la sua testimonial Nancy Dell’Olio.