Guccini dal vivo: poesia ed emozioni senza tempo

Cesare G. Romana Grandissimo questo Guccini in versione live, ripreso durante un concerto cagliaritano e trasferito su doppio cidì, con divudì accluso. Ché Francesco, pur così restio ai riti della teatralità e al mito del cantante-showman, è tra i cantanti che sul palco riescono meglio a coinvolgere il pubblico: per la qualità altissima del suo canzoniere, s’intende, ma anche per la sincerità contagiosa che dalla scrittura si trasferisce all’interpretazione, e per l’impasto d’ironia e poesia che pochi altri artisti sanno comporre. Così, anche da questo disco, emerge irresistibile la capacità comunicativa d’un artista che riesce a trarre dalla foga anarchica del canto e da una vocalità assolutamente fuori schema un ulteriore motivo di fascino. Proponendosi, anche in virtù della sua irritualità stilistica, come vero maestro della comunicazione. Quanto alle canzoni, il livello poetico, ben oltre i valori musicali, è tale da emozionare anche chi ben le conosce. Si va dal passato remoto - Dio è morto, Auschwitz, ancora sorprendentemente fresche e attuali - a capolavori recenti, come Piazza Alimonda, Canzone per il Che, Cristoforo Colombo, Odysseus.
Francesco Guccini Anfiteatro live (Emi)