Guerra all’esercito: Genova resta fuori dal piano sicurezza

nostro inviato a Zoagli

Genova la città dei diritti dei non genovesi, Genova la città della moschea studiata al tavolino da due persone, Genova la città che avrà meno sorveglianza. Grazie Marta, Genova ha perso un altro treno. Magari piccolo, probabilmente anche insignificante, ma non sapremo «l’effetto che fa». Il capoluogo ligure non avrà l’esercito a monitorare la sicurezza in città. Il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha detto basta. (...)