Guerra al caro prezzi, il Comune lancia la "settimana della convenienza"

La quarta settimana del mese si risparmia. Palazzo Marino, Unione del Commercio e Sogemi lanciano il paniere di ortofrutti scontati fino al 40 per cento. Dal 7 al 22 marzo il Comune mette a disposizione degli anziani
mezzi pubblici per collegare i centri socio-ricreativi e mercati comunali: 51
prodotti scontati dal 27% al 40%. Acquisti nelle cascine

La quarta settimana del mese all’insegna del risparmio: il Comune di Milano, in accordo con l’ Unione del Commercio e la Sogemi, la municipalizzata che gestisce l’ortomercato, lancia la «settimana della convenienza», un’iniziativa contro il caro vita per proporre frutta e verdura di stagione scontate. Nell’ultima settimana del mese i grossisti, e di riflesso i dettaglianti che aderiranno al progetto, presenteranno un paniere di prodotti ortofrutticoli scontanti fino al 40%, la cui convenienza è dettata soprattutto dalla loro stagionalità.

Mezzi pubblici per gli anziani fino ai mercati comunali Questi alimenti, cinque o sei ogni mese e tutti di prima necessità, saranno individuabili tra i banchi con un cartellino raffigurante il logo del Comune e saranno scelti in base ai rilevamenti del bollettino mensile sui prezzi che, pubblicato sul sito internet di Palazzo Marino, d’ora in avanti indicherà per ogni prodotto il prezzo consigliato. Inoltre il Comune di Milano, in vista della Pasqua, dal 7 al 22 marzo metterà a disposizione degli anziani mezzi pubblici che collegheranno i centri socio-ricreativi ai mercati comunali, dove potranno acquistare 51 prodotti scontati dal 27% al 40%.

La Moratti: a fianco dei cittadini «Di fronte al fenomeno del carovita - ha detto il sindaco, Letizia Moratti - le istituzioni vogliono essere al fianco del cittadino. Abbiamo avviato un percorso strutturato con tutte le realtà del commercio per orientare meglio i consumi e ottimizzare la filiera».

Una guida ai consumi Uno dei punti di forza dell’accordo tra il Comune di Milano e le associazioni del commercio per fronteggiare il caro-prezzi è la realizzazione di una «guida ai consumi alimentari» per cercare di reintrodurre nelle famiglie la cultura della cucina economica. «Oggi i consumi delle famiglie sono molto disordinati - ha detto Roberto Costa, segretario generale dell’Unione del Commercio di Milano - e il nostro obiettivo, in un momento di difficoltà economica, è di rilanciare i usi indirizzandoli verso una spesa meglio orientata». La Guida, che sarà adottata da tutti i negozianti che allineeranno i loro prezzi a quelli indicati nel bollettino, aderendo al programma «Attenti al Prezzo», suggerirà tagli di carne ad alto valore nutritivo ma meno pregiati, frutta e verdura di stagione e ricette tradizionali che sappiano conciliare gusto e risparmio. I macellai milanesi, per esempio, porteranno avanti una campagna di promozione del quarto anteriore, come la spalla, il collo, il biancostato, che spuntano prezzi inferiori rispetto ai tagli più noti come il filetto e lo scamone. I panificatori, invece, non hanno ancora stretto un accordo per garantire prezzi più moderati su alcune tipologie di pane.

Acquisti nelle cascine Il Comune di Milano ha infine concordato con i produttori diretti una serie di iniziative che permetteranno agli anziani, a partire da marzo, di essere accompagnati in otto cascine dove potranno acquistare prodotti a prezzi scontati.