Guerra dei sondaggi a Rapallo: Campodonico sempre in testa

da Rapallo

Nella guerra dei sondaggi che continua ad avvelenare la campagna elettorale di Rapallo, Michele Scandroglio, coordinatore regionale di Forza Italia, raccoglie la sfida lanciata dal sindaco uscente, Ezio Armando Capurro, e rende pubblica la ricerca che attribuisce al candidato del centrodestra, Mentore Campodonico, un notevole vantaggio sui suoi avversari. Un intervento, spiega Scandroglio, «per allontanare ogni dubbio sull'attendibilità dei sondaggi commissionati. Sondaggi - aggiunge Scandroglio - che non sono stati resi pubblici prima perché realizzati ad uso interno delle forze di centro destra». Lo scopo: «Conoscere le opinioni dei rapallini in merito ai problemi della città e alle priorità da inserire nel programma elettorale», assicura Campodonico.
E infatti le principali domande fatte (il 19 febbraio) ai cittadini dall'istituto Euromedia Research di Milano (mediante interviste telefoniche) riguardano essenzialmente questioni sociali come le materie sulle quali l'amministrazione dovrebbe riversare maggiore attenzione, le emergenze cittadine. Su un campione di 1000 individui (su 26.210 elettori) è emerso che per il 38 per cento degli intervistati sono i giovani la categoria di persone più in difficoltà. Seguono gli anziani (22,5 per cento) e i bambini (5). Sul lato invece delle emergenze che la futura amministrazione dovrà affrontare, ai primi posti sono andati traffico, viabilità e parcheggi. Poi vengono la sporcizia, la delinquenza e il turismo. Infine sono arrivate le domande più strettamente politiche. Come quella sulla notorietà dei tre candidati principali che danno Capurro nettamente in testa, col 65,4 per cento, a Campodonico (51,8) e al candidato del centro sinistra, Nicola Costa (44,2). Diverso il discorso relativo al livello di fiducia che assegna il primato a Campodonico. Infine la domanda più scottante: «Se ieri si fossero tenute le elezioni per eleggere il nuovo sindaco di Rapallo, lei a quale dei seguenti candidati avrebbe dato la sua preferenza?». In vantaggio Campodonico col 47,6%, e una forbice tra il 44,3 e il 50,5. Poi Costa (stimato tra il 25,2 e il 30,8) e infine Capurro (21,9 - 27,3).
Dati che non quadrano coi sondaggi di Capurro che danno al sindaco uscente il 44 per cento delle preferenze su un campione di 400 intervistati.