La guerra delle canne

Una parte del centrosinistra ieri ha votato a favore di un ordine del giorno che di fatto sconfessa la linea del governo sulla quantità massima di cannabis che una persona può detenere senza incorrere in sanzioni penali. Scatenando una rivolta tra la capogruppo dell’Ulivo in Senato, Anna Finocchiaro, le due «franche tiratrici» della Margherita, le senatrici teodem Emanuela Baio e Paola Binetti, e la first lady dei Ds Anna Serafini, moglie del segretario Piero Fassino. Una guerra al femminile per una maggioranza alla canna. Del gas