La guerra lampo di Emiliano, sindaco banderuola

Michele Emiliano cuor di leone. Ma l’ira funesta del sindaco Pd di Bari è durata solo lo spazio di una settimana. Pochi giorni fa la sua stessa maggioranza ha iniziato a muovergli guerra in Consiglio comunale, facendolo imbestialire: «Il centrosinistra mi odia – urlava solo pochi giorni fa il primo cittadino - ma io mi dimetto, spazzo via questo schifo e vado alle elezioni da solo». Una spiegazione di tanta rabbia nei suoi confronti da parte di quelli che dovrebbero essergli alleati Emiliano l’aveva proposta: «Ho mostrato pubblicamente interesse per la candidatura di Vendola a premier e questo a qualcuno non sta bene». Ma passa per l’appunto qualche giorno e il sindaco fa marcia indietro: «Non permetteremo a Nichi Vendola di frantumare il progetto del Pd, non possiamo prostrarci ai suoi piedi». La paura fa novanta?