La guerra di Napoli: nove morti in nove giorni

L’ultimo episodio ieri sera a Porta San Gennaro: un uomo è stato ucciso a colpi di pistola e una passante è rimasta ferita di striscio. A Napoli in nove giorni ci sono stati nove omicidi e la politica si interroga su come arginare il fallimento della gestione Bassolino (prima) e Iervolino (ora). Così il Guardasigilli Clemente Mastella accetta di parlare della proposta lanciata dal leghista Calderoli di inviare l’esercito: «Non ho ritrosia a che i militari affianchino per un periodo eccezionale e straordinario la polizia». Ma l’apertura del ministro viene vanificata dal coro di «no» delle istituzioni locali. E in città si continua a morire.