Guerra di spie, Teheran scarcera la cittadina Usa

Teheran. È stata rilasciata ieri su cauzione - 320mila dollari- la docente iraniano-americana, Halef Esfandiari, detenuta dallo scorso 8 maggio in Iran con l’accusa di spionaggio. «Mi hanno trattata bene», ha detto appena dopo il suo rilascio. «In carcere avevo una stanza grande con una finestra», ha aggiunto. Esperta di Medio Oriente presso il centro studi «Woodrow Wilson» di Washington, residente negli Stati Uniti da 25 anni, la Esfandiari era arrivata in Iran nel dicembre scorso per visitare la madre malata. L’8 maggio è stata arrestata con l’accusa di «attività contro la sicurezza nazionale» e portata nel carcere di Evin, a Teheran. L’arresto di cittadini iraniani-americani è da tempo un tema scottante nei rapporti tra Usa e Iran.