Le «guerre» editoriali sul nuovo libro di Papa Benedetto XVI

Esce l’ultimo volume di Ratzinger per Cantagalli e Lev. Il testo era già stato pubblicato senza autorizzazione irritando il Vaticano

Andrea Tornielli

da Roma

Gli ultimi anni di Papa Wojtyla sono stati caratterizzati dalla pubblicazione di numerosi suoi libri. Il pontificato di Papa Ratzinger inizia sulla stessa scia: viene presentato questo pomeriggio a Roma dal presidente del Senato Marcello Pera e dal cardinale Camillo Ruini L’Europa di Benedetto nella crisi delle culture, un volume di Joseph Ratzinger edito da Cantagalli e dalla Libreria editrice vaticana.
Il libro contiene tre interventi del cardinale: il primo, sulle ragioni del credere, è stato tenuto a Bassano nel 1992; il secondo, dedicato alla difesa della vita (del quale il Giornale pubblica oggi un ampio stralcio per concessione dell’editore) è datato 1997. Il terzo, che dà il titolo al libro, è l’ormai pubblicatissimo intervento che Ratzinger ha fatto a Subiaco il 1° aprile scorso, ventiquattr’ore prima della morte di Giovanni Paolo II. Proprio questo testo, il più recente - già comparso integralmente o a stralci su diversi quotidiani (l’ultima volta sul Corriere della Sera del 16 giugno) -, è stato al centro di una piccola «guerra» editoriale che ha causato la discesa in campo del Segretario di Stato Angelo Sodano.
Prima di essere eletto Papa, Benedetto XVI aveva preso accordi con l’editore Cantagalli cedendo i diritti per la pubblicazione del discorso di Subiaco, dedicato all’Europa e a San Benedetto. Qualche stralcio di quel testo era stato anticipato dal quotidiano cattolico Avvenire e poi integralmente presentato il 5 aprile sul visitatissimo sito Internet del vaticanista Sandro Magister (www.chiesa.espressonline.it). Subito dopo l’elezione di Ratzinger, avvenuta il 19 aprile, in molti si sono ricordati di quel testo, considerato quasi un manifesto del pontificato: Avvenire lo ha pubblicato integralmente, e lo stesso hanno fatto due editori, San Paolo ed Àncora. La conferenza di Ratzinger è infatti comparsa come appendice del volume autobiografico di Ratzinger intitolato La mia vita, edito da San Paolo. Ma è comparsa integralmente anche nel fascicolo di 48 pagine dell’editrice Àncora, intitolato Le parole di Benedetto, che raccoglie i primi discorsi del nuovo Papa. Né la San Paolo né Àncora avevano però acquistato i diritti di pubblicazione, che il futuro Papa aveva già ceduto all’editore senese David Cantagalli.
Joseph Ratzinger vendeva bene già prima dell’elezione, dopo il conclave i suoi scritti sono andati letteralmente a ruba, facendo «saltare» contratti editoriali preesistenti. È per questo che il 1° giugno, con un inusuale comunicato, il cardinale Sodano ha informato che «il Sommo Pontefice Benedetto XVI ha affidato alla Libreria editrice vaticana, l’esercizio e la tutela di tutti i diritti d’autore e di tutti i diritti esclusivi di utilizzazione economica degli atti, delle opere e degli scritti redatti dallo stesso Pontefice prima della sua elevazione alla Cattedra di Pietro». «Senza pregiudizio dei diritti acquisiti da terzi in forza di contratti già conclusi con l’autore - concludeva il Segretario di Stato - d’ora innanzi sono pure affidati alla Libreria editrice vaticana l’esercizio e la tutela dei diritti d’autore relativi ai contratti stessi tuttora in corso di esecuzione». Una presa di posizione provocata dall’irritazione per quanto era avvenuto nelle ultime settimane.
Gli editori che avevano inserito quel testo nei loro libri però si difendono: «Quando abbiamo deciso di pubblicare la conferenza di Subiaco - spiega Gloria Mari, responsabile dell’ufficio stampa dell’editrice Àncora - il testo completo era già stato pubblicato sui quotidiani e su diversi siti internet. Inoltre bisogna tener presente che la Libreria vaticana detiene i diritti solo su quanto Ratzinger ha detto da quando è diventato Papa».
Qualcosa del genere è accaduto anche per un altro testo, la trascrizione del dialogo tra Ratzinger e il filosofo Jürgen Habermas avvenuto nel gennaio 2004 presso Katholische Akademie di Monaco: uscito su Humanitas, il dialogo è stato poi ripubblicato sotto forma di libro dalla Morcelliana (Etica, religione e Stato liberale), che ne ha acquistato i diritti. Pochi giorni dopo, il dialogo Ratzinger-Habermas è stato nuovamente edito da Reset.

Annunci

Altri articoli