Guerriglieri e terroristi La revisione del Codice penale

Crediamo che sia ridicola e soprattutto giuridicamente infondata la distinzione tra “guerriglieri” e “terroristi” operata da alcuni tribunali italiani che hanno in questo modo sconsideratamente assolto alcuni marocchini accusati di terrorismo. È inconcepibile, come ha giustamente sostenuto il grande giornalista Magdi Allam, che l’orientamento culturale e ideologicamente di sinistra, aggiungiamo noi, di alcuni magistrati debba incidere su questioni processuali, mettendo in pericolo la sicurezza dei cittadini. Chiediamo pertanto al Parlamento di modificare immediatamente l’art. 270 bis del Codice Penale in modo tale da eliminare la possibilità di interpretazioni discrezionali e al ministro Pisanu di procedere all’espulsione immediata per gravi motivi di ordine pubblico di tutti gli stranieri assolti in questo periodo dalla magistratura.