Guidò sotto l’effetto droga: quattro rinviati a giudizio

Saranno processati il 6 marzo quattro dipendenti dell’Amt coinvolti nell’inchiesta sull’’incidente avvenuto i 3 maggio 2005 sulle alture del Righi, quando un autobus della linea 64 guidato da Federica Moro, risultata sotto l’effetto di stupefacenti, rischiò di precipitare in una scarpata (5 passeggeri riportarono lesioni). Lo ha deciso per citazione diretta il procuratore aggiunto Franco Cozzi. Essi sono: il direttore del movimento urbano Massimo Cecchini, che avrebbe omesso di far svolgere accertamenti sulla Moro al rientro di una lunga malattia, decidendo di adibirla alla guida dei bus (nel 2004 la stessa Moro aveva avuto un incidente per guida in stato di ebbrezza o alterata da droga); Oliviero Dall’Asen direttore di rete, Vincenzo Guella, controllore di rimessa e Giovanni Battista De Marchi, controllore coordinatore. \