La guida che scopre il gusto

Nelle librerie è arrivato il baedeker del gusto: è il Golosario 2009 di Paolo Massobrio, un po’ libro, un po’ guida. Mille pagine di prodotti, locali e negozi di cose buone. È il libro che racconta il «gusto» dell'Italia e dei suoi territori, ma è anche una guida turistica perché illustra le nostre località attraverso le sue produzioni tipiche. Il Golosario 2009 (Comunica Edizioni, 25 euro), best seller di Massobrio, giunge con un nuovo formato e una nova veste grafica all'undicesima edizione. Una guida alle mille e più ghiottonerie, ai vini, ai negozi, alle boutique del gusto, a enoteche, cantine e ai ristoranti migliori d'Italia. Un libro cult per gli appassionati di enogastronomia e per quanti vogliono scoprire l'Italia attraverso le sue produzioni d'eccellenza. Prodotto editoriale unico nel panorama nazionale, Il Golosario è diventato un libro da tenere anche in auto, non solo perché segnala il ristorante in cui merita la sosta, ma anche perché indica il negozio nel cuore di una città o l'agriturismo, evoluzione moderna del lavoro agricolo. E poi ci sono le cantine aperte tutto l'anno (quelle col lucchetto rosso, blu o bianco) e i microbirrifici che in Italia, da circa un lustro, rappresentano un fenomeno innovativo. Questo volume è dunque l'insieme di varie guide: la guida ai migliori prodotti (salumi, formaggi, paste, dolci sfiziosità, liquori...); quella degli oli curata da Maurizio Pescari; quella ai negozi che vanno dalle botteghe alle enoteche, dalle gelaterie alle panetterie, dalle boutique del gusto alle gastronomie; la guida alle cantine d'eccellenza, presentate con i loro vini top e la guida ai ristoranti per cui consigliamo un viaggio e una sosta. Ecco nel dettaglio i numeri dell'edizione: 944 artigiani del gusto meritevoli di attenzione, le cui produzioni tipiche sono riconducibili a 48 microbirrifici, 16 acetifici, 13 torrefazioni, 41 cioccolatieri, 53 artigiani del dolce, 221 caseifici, 56 produttori ortofrutticoli, 82 liquorifici, 39 produttori di confetture e marmellate, 54 apicoltori, 38 produttori di pane e farine artigiani, 57 pastifici e riserie, 27 trasformatori di prodotti ittici, 162 salumifici, 143 produttori di sfiziosità sottovetro. E poi ancora 3.487 Botteghe e Boutique del Gusto divise tra enoteche, panetterie, pasticcerie, gelaterie, macellerie, salumerie, gastronomie; 2.593 cantine segnalate coi propri vini top e con le indicazioni di apertura e di servizi aggiuntivi alla vendita del vino; 386 oleifici commentati dall'esperto Maurizio Pescari; 462 ristoranti d'Italia.
Nell’ambito, infine, di Golosaria 2008, rassegna di cultura e gusto del Club di papillon fondato da Massobrio, appena svoltasi a Milano, Metro Italia è stata protagonista anche con i riconoscimenti che sono andati a sei locali appartenenti alla categoria «La trattoria italiana». Fra gli eserciz i premiati, figura L’antica trattoria di Mosto di Conscenti di Ne. Il premio offerto da Metro rafforza l’affermazione dei locali liguri, visto che hanno ottenuto menzioni anche il Panificio Cassina di Varigotti, The Best di Chiavari per «Le botteghe del formaggio», il ristorante San Giorgio di Cervo e Da Delio di Apricale.