Una guida per conoscere la «Strada del castagno»

È imperniata sulla coltivazione del castagno la nuova guida «Strada del Castagno» curata dal Gal-Gruppo di azione locale Appennino genovese in collaborazione con alcune comunità montane dell’entroterra, e presentata ieri a Genova. «È la proposta di un turismo diverso che contiene anche indicazioni precise di aziende da visitare per reperire i prodotti autentici del territorio - ha sottolineato fra l’altro la presidente del Gal Appennino genovese, Marisa Bacigalupo -. Si tratta di itinerari che faranno scoprire il nostro entroterra, la sua cultura e le sue problematiche». La confezione venduta in edicola, anche in abbinamento al quotidiano «Il Secolo XIX», è pubblicata dall’editore Galata ed è formata da una carta tecnica con scala 1:50mila e da una guida di 36 pagine con foto a colori e dieci itinerari nelle valli genovesi con indicazioni sui prodotti tipici, i negozi, le aziende e le strutture ricettive. Il presidente della Comunità montana Alta Valpolcevera, Franco Parodi, ha ricordato come questi progetti siano volano per l’occupazione giovanile e femminile. La guida è stata realizzata grazie a fondi europei del programma Leader Plus e l’apporto delle comunità montane interessate.