Guida sicura Oggi all’esame del Pirellone

L’incidentalità stradale è uno degli otto grandi rischi presenti sul territorio lombardo. «Inaccettabile anche una sola vita sprecata in un incidente» chiosa Roberto Formigoni. Virgolettato che si traduce in un impegno concreto nel piano regionale per la sicurezza stradale. Ma l’obiettivo della regione Lombardia - quello di migliorare la sicurezza stradale - si traduce concretamente anche con la «safety card» offerta ai neopatentati «che incentiva a guidare con correttezza, a rispettare le regole e non mettere a repentaglio la sicurezza e la vita propria e altrui» commenta l’assessore Massimo Ponzoni. Stimolo in più alla prudenza in auto, alla guida sicura che oggi si declina pure in un nuovo provvedimento del Pirellone. Impegno sulla strada per una guida virtuosa che, tra l’altro, va di pari passo con un altro impegno preso e garantito dall’assessore Ponzoni sul fronte della Protezione civile nell’anniversario dell’alluvione della Valtellina del 1987. Grazie «a una moderna cultura di Protezione civile siamo in grado di esercitare l’attività di previsione e prevenzione» spiega Ponzoni: «Sistema di controllo che abbiamo testato come efficiente».