Guida in stato di ebbrezza: diciannove patenti ritirate

Controlli serrati sulle strade di Roma e del litorale per prevenire gli incidenti dovuti alla guida in stato di ebbrezza. Questa volta è stata la polizia stradale a mettere in atto un’operazione tra la mezzanotte di sabato e le 6 di ieri mattina. Otto pattuglie sono state dislocate tra Ostia, Fregene, l’Appia e l’ippodromo di Capannelle, dove si svolge il festival latino-americano «Fiesta!». Il bilancio è di diciannove patenti ritirate a giovani tra i 20 e i 30 anni, di cui sei per eccesso di velocità e tredici per guida in stato di ebbrezza. Tra i multati ci sono anche sei ragazze. Tutti negativi invece i test sull’uso di droghe. I veicoli fermati sono stati 416, per un totale di 595 persone identificate. Elevate anche cinquanta multe per mancato uso del casco o delle cinture. Patente ritirata, tra gli altri, a due membri del clan dei Casamonica, con precedenti per reati di estorsione e guida in stato di ebbrezza. L’operazione, coordinata dal comandante del compartimento Lazio della Polstrada di Roma, Roberto Gabrieli, ha impegnato anche agenti-donne. Ai giovani risultati negativi all’alcol-test, più della metà dei fermati, la polizia ha regalato un biglietto per una discoteca del litorale, per un totale di cinquanta ingressi. L’iniziativa fa parte di un accordo tra Polstrada e Silb, l’associazione delle sale da ballo, che insieme hanno promosso la campagna «guidare con prudenza». L’operazione si ripeterà ogni fine settimana fino a settembre, nel centro di Roma, nella periferia sud e sul litorale. Anche polizia municipale e carabinieri sono impegnati in controlli sulle strade nelle notti dell’«Estate romana».