Guida ubriaco, denunciato Grignani

Quando l’hanno rilasciato, chiuso il verbale e passata la sbronza, erano ormai le 11. Gianluca Grignani a quel punto è uscito dalla sede del Radiomobile in via Monti, è salito su un taxi e se n’è tornato a casa. Di tornare a guidare se ne riparlerà tra un bel po’: patente ritirata perché sorpreso un po’ brillo al volante.
Il cantautore, nato 36 anni fa a Milano, è stato infatti beccato con 2,27 grammi di alcol per litro, quando il limite massimo è 0,5. L’altra notte poco dopo le tre infatti Grignani guidava a fari spenti una Porsche Carrera in via dei Missaglia. Un equipaggio dei carabinieri l’ha fermato e lui non solo è sceso un po’ malfermo sulle gambe, ma avrebbe anche insultato pesantemente i militari. Portato alle sede del Radiomobile, è stato sottoposto due volte ai test alcolemici e sempre con lo stesso risultato: limiti abbondantemente superati. Quindi ritiro della patente e quasi certa denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale. Niente sequestro per l’auto invece: appartiene a una società ed è stata solo rimorchiata in un deposito autorizzato con il carro attrezzi. Solo alle 11, a verbale chiuso e soprattutto a mente lucida, Grignani ha potuto lasciare la caserma.