Da Gustav Klimt al museo a cielo aperto A Salisburgo passando da Hollywood via Vienna

Da ottobre l’Austria propone viaggi brevi all'insegna della cultura classica, del design e dell'arte contemporanea. A Salisburgo con la posa di tre opere si conclude il Walk of Modern Art, progetto iniziato nel 2002 dalla Salzburg Foundation, dieci realizzazioni «en-plein-air» di artisti per uno straordinario percorso cittadino. Graz inaugura in novembre la nuova sede - firmata da grandi architetti - del Joanneum, il più antico museo austriaco. A Vienna, al Kunsthistorisches Museum ecco «L'inverno nell'arte europea», tele, sculture, manufatti ispirati alla stagione fredda dal Medioevo a oggi. Risponde il Palais Eskeles con «100 anni di Hollywood, un'esperienza ebraica», un itinerario nella mecca del cinema creata da immigrati ebrei, ideatori degli studios Paramount, MGM, Warner Brothers. Infine, nel 150° della nascita di Gustav Klimt, il museo Belvedere ospita, oltre alla più vasta collezione klimtiana, opere moderniste create in tandem con l'architetto-designer Josef Hoffmann. (Tel. 840999918; www.austria.info).