Gusto americano Tutti a scuola di cheesecake con Philadelphia

Prima ci pensava Kaori, bella mora dagli occhi a mandorla: estenuanti corse sulla battigia e poi pranzo corroborante in riva al mare, a base di Philadelphia spalmato sul pane, il segreto della sua silhouette e del successo del famoso formaggio spalmabile. Oggi i tempi corrono, Kaori non basta più e per celebrare il compleanno del formaggio nella vaschetta, sbarca a Milano – anteprima mondiale - il primo temporary restaurant firmato Philadelphia Kraft.
In piazza Sant’Eustorgio, fino al 5 giugno, la multinazionale tedesca è ospite del California bakery che, già negli ingredienti del suo menù, si fregiava di Philadelphia. L’occasione, oltre ai 38 anni del marchio nel Belpaese, è anche la nuova confezione a prova di quell’antipatica condensa acquosa. Classico, light, balance e yo, nel loro nuovo abito sono già in distribuzione ma il segreto è custodito fin dal lontano 1872 quando un lattaio newyorkese lo inventò lasciandolo “innominato”. In seguito fu battezzato con il nome di una città, che nell’immaginario comune era sinonimo di qualità.
Ai tavoli del California bakery si potranno gustare bagel (5,50 ), zuppe (11) e altre leccornie grazie a un menù dedicato, accostato a quello tradizionale. Nei locali antiche locandine mostrano l’evoluzione della storia del brand. Molti gli eventi da non perdere: corsi di cucina, alcuni anche per bimbi, dove sarà possibile apprendere il segreto della cheesecake newyorkese doc, musica jazz al giovedì, classica la domenica. Da fine maggio poi anche un concorso dedicato alle mamme in attesa: su lamiapancia.it sarà possibile spedire la propria foto e concorrere per una foto professionale a favore dell’associazione Teodora. Info philadelphiakitchen.it.