Guy addio, Madonna divorzia Separazione da 500 milioni

Il comunicato ufficiale: «I due hanno deciso di comune accordo. Non riescono più a vivere insieme». La popstar difesa dal legale di McCartney

da Milano

Alla fine la portavoce Liz Rosemberg non ha potuto più star zitta: «Madonna e Guy Ritchie hanno deciso di comune accordo di divorziare dopo sette anni e mezzo di matrimonio. Entrambi hanno chiesto ai media di rispettare la loro famiglia in questo momento difficile». Allora erano vere tutte le voci che circolavano da tempo: le seconde nozze della popstar erano agli sgoccioli. L’ultima volta che i due si sono fatti vedere insieme in pubblico è stato alla premiere londinese del nuovo film di lui, Rockarolla. Guy Ritchie era in gran spolvero. Lei, secondo il più consumato copione delle coppie in crisi, è arrivata in ritardissimo e si è fatta fotografare giusto perché non poteva farne a meno. Adesso basta, bye bye. Naturalmente gli unici che ci godono sono i tabloid, i giornali gossipari (cioè ormai quasi tutti) che vivono di pettegolezzi. Tanto per iniziare, a dare l’annuncio del divorzio è stato il Sun, che ha obbligato la portavoce a confermare. Motivi della separazione: la lontananza causa carriera, i disaccordi sulla volontà di Madonna di adottare un altro figlio dopo David Banda e l’insofferenza della cantante per l’Inghilterra, che pure aveva dichiarato di amare. In poche parole: «Non riescono proprio più a vivere insieme» e «non possono più sopportare di vivere nella finzione».
Allora, da domani l’obiettivo si sposterà sulla causa di separazione. Anzi, sui soldi, sul patrimonio che Madonna (50 anni) ha accumulato dominando il pop per più di vent’anni. I più informati dicono che si tratti di 525 milioni di dollari. E i più dotati di memoria ricordano che la coppia, quando decise di sposarsi, non firmò nessun accordo matrimoniale. Perciò adesso tutto è in mano agli avvocati, che naturalmente si sbraneranno per qualche anno prima di arrivare alla sentenza. Per far capire come andranno le cose, Madonna ha già contattato un fuoriclasse del settore: Fiona Shackleton, già rodata dalla difesa di Paul McCartney nel divorzio da Heather Mills. Un osso duro che farebbe paura a un intero plotone della Legione Straniera. Conclusione probabile (sempre secondo i bene informati): Guy Ritchie (40 anni) potrebbe intascare circa 50 milioni di dollari, cioè molto di più di quanto abbia mai guadagnato come regista di molte speranze ma di alterne fortune. Quindi prepariamoci: tutto il divorzio minuto per minuto frutterà così tanti servizi dei tigì che neppure per il piano di Paulson contro il crac delle banche d’affari. Così vanno le cose. Intanto Madonna continua i suoi concerti americani per quello Sticky & Sweet Tour che è già passato in Italia. L’altro giorno era a Los Angeles per la prima del film di cui è regista, quel Filth and wisdom che al Festival di Berlino è stato addirittura applaudito. Ed era in gran forma, altro che anoressia galoppante. Esibiva, lei che non si fa mancare mai nulla, un paio di scarpe con i tacchi a forma di pistola. Ovviamente i gruppi che si battono contro la violenza si sono subito arrabbiati, obbligandola a precisare che il modello di calzatura non era una sua invenzione ma è alla portata di tutti, essendo stato disegnato da Lagerfeld per Chanel. Insomma quisquilie. Il bello viene adesso.