«Dalla Guzzanti volgarità senza alibi»

Roma. Levata di scudi del mondo cattolico in difesa del Papa «oltraggiato» l’altroieri da Sabina Guzzanti dal palco di piazza Navona. «La volgarità si qualifica di per sé. Non si commenta»: è lapidario il tono del direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi sull’attacco subito da Benedetto XVI in occasione del «No Cav. Day». Fa sentire la sua voce anche il Vicariato di Roma che, oltre a esprimere «profondo dispiacere per le parole offensive riferite al Santo Padre» in una nota sottolinea che «quanto è avvenuto non merita ulteriori commenti». «Mai caduti così in basso», è il titolo di un corsivo dell’Avvenire che ha bollato «le volgari espressioni» rivolte dalla comica Guzzanti al Papa come «squallida spazzatura» in merito alla quale «non vale neppure l’alibi della satira». Di offese che «nascono e crescono» in una «palude di menzogna e ignoranza» ha parlato invece il Sir, l’agenzia dei settimanali cattolici promossa dalla Cei.