Guzzi Norge 1200 granturismo italiana

Comoda anche quando si viaggia in due, è divertente, stabile e sempre sicura. La nostra prova su un percorso misto. Gli interventi della direzione tecnica per rivisitare il già generoso bicilindrico V7. In vendita da 13.500 euro

Siviglia. GP1 è un nome impegnativo. Lo hanno scelto, per la nuova gamma sportiva, i responsabili della Derbi (Gruppo Piaggio) che di GP se ne intendono. Derbi, infatti, ha vinto il suo primo mondiale nel ’69. E nei GP, classe 125, è ancora protagonista. Da questa esperienza, i tecnici spagnoli hanno tratto ispirazione per la definizione del progetto di un elemento tecnico fondamentale quale è il telaio. Infatti i nuovi GP1 125 e 250 dispongono di telai a travi diagonali in alluminio di disegno motociclistico, e ben a vista, per sottolineare quello che, nel corso del test, si è rivelato come un plus assoluto, rispetto alla concorrenza, per qualità e sicurezza di guida e, in ultima analisi, per razionalità progettuale. I nuovi Derbi, infatti, sono veicoli intermedi e dotati di una buona «abitabilità» per due. Questi scooter pesano solo 144 kg (il 125) e 146 (il 250) a favore, in particolare quello con la maggiore cilindrata, di una versatilità straordinaria in quanto, a un livello prestazionale adeguato per un impiego anche turistico (percorsi autostradali inclusi), unisce agilità e maneggevolezza da perfetto commuter urbano. I prezzi: GP1 3.399 per GP1 125 e circa 300 euro in più per l’altro.