Da Gwyneth a Juliette, il microfono dopo il set

da Milano

E lasciamo perdere Barbra Streisand o Liza Minnelli che del doppio lavoro hanno fatto un’abitudine già da un pezzo. Di solito erano le cantanti a diventare attrici, ora è il contrario e chissà perché quest’inversione di tendenza. D’accordo, c’è chi come Jennifer Lopez il doppio lavoro lo fa per consolazione: se un film va così così, ecco che arriva il cd. Invece attrici come Juliette Lewis hanno definitivamente attaccato il set al chiodo e sono diventate rockettare tout court, cantando e girando per il mondo con una band, i Licks, che già nel nome (letteralmente: leccate) riassume tutto il suo spirito punk. «Qui non recito, qui sono me stessa in ogni minuto» ha detto lei. Chi farà un po’ più di fatica è Gwyneth Paltrow, tra l’altro moglie di Chris Martin dei Coldplay, che già nella colonna sonora di Duets aveva fatto capire di avere una bella voce: sta registrando brani con William Orbit, un tipino con le carte in regola visto che ha prodotto anche Madonna. Anche Halle Berry, ex Bond girl, se ne intende avendo sposato il cantante r&b Eric Benet: «Ho sempre amato cantare e il mio nuovo disco dimostrerà che so far altro oltre che recitare». Se lo dice lei.