H Lotta di classe o di classifica?

Ascanio Celestini arriva in classifica e si posiziona al nono posto della narrativa italiana con il suo romanzo «Lotta di Classe». Il successo era prevedibile Celestini piace molto al pubblico radical chic, sia come attore-regista che come cantante. E in effetti ha grosse capacità affabulatorie, conosce l’arte di giocare con la parola. Il passo del romanzo però è un’altra cosa e la periferia romana dei precari non bastano i bei guizzi linguistici per raccontarla senza cadere nella farsa (che inizia dal titolo). Peccato, ma tanto si urlerà lo stesso al capolavoro.