H2Roma, il 4 e 5 novembre va in scena nella Capitale la mobilità pulita

Il palazzo della Cancelleria ospita l'ottava edizione dell'iniziativa dedicata all'industria automobilistica responsabile e alle motorizzazioni alternative. Parallelamente si svolge la mostra itinerante Leonardo da Vinci «Il genio e le invenzioni»

Le espressioni del genio visionario del singolo di ieri e dei progettisti contemporanei si incontrano per due giorni, il 4 e 5 novembre prossimo, a palazzo della Cancelleria, nel pieno centro di Roma. Qui sarà possibile ammirare la riproduzione di 50 avveniristiche macchine di Leonardo da Vinci, una replica del Lunar Roving Vehicle portato sulla Luna all'inizio degli anni Settanta nell'ambito delle missioni Apollo e le più moderne automobili elettriche, ibride, a Gpl e a metano sviluppate dalle maggiori industrie mondiali.
La possibilità di incontro con le espressioni del genio di ieri e di oggi è resa possibile dalla contemporanea presenza a palazzo della Cancelleria di due rassegne di grande valore culturale e scientifico come l'ottava edizione dell'annuale rassegna H2Roma energy & mobility show e della mostra itinerante Leonardo da Vinci «Il genio e le invenzioni».
Nel chiostro del palazzo della Cancelleria, nel pieno centro di Roma, sarà infatti possibile per due giorni vedere, toccare e capire le auto più pulite del Pianeta. In questo salotto cinquecentesco gli organizzatori di H2Roma 2009 hanno infatti convogliato le più recenti proposte di Bmw, Fiat, Honda, Mercedes-Benz/Smart, Mitsubishi, Nissan e Toyota in fatto di automobili a basso impatto ambientale.
Promotori di H2Roma 2009, che da quest'anno può contare sull'adesione della Presidenza della Repubblica, sono il Cirps (Centro interuniversitario per lo sviluppo sostenibile) della Sapienza Università di Roma, Itae (Istituto tecnologie avanzate per l'energia) del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) ed Enea (Ente per le nuove tecnologie, energia ed ambiente). Giunta quest'anno alla sua ottava edizione, H2Roma può contare più che mai sulla collaborazione e presenza delle maggiori industrie mondiali del settore automotive. In un momento di grave crisi del comparto, l'edizione 2009 assume una particolare rilevanza anche commerciale proprio per i costruttori che, come avviene in questi giorni con l'introduzione del digitale in campo televisivo, possono trovare proprio nelle nuove tecnologie un importante volano per stimolare e rilanciare l'industria degli autoveicoli.