Ha condannato i picciotti a centinaia d’anni

Lo descrivono tutti come una persona schiva, discreta, che non ama molto i riflettori. Ottavio Sferlazza oggi è il capo dei gip del Tribunale di Caltanissetta. Sferlazza è sempre stato una spina nel fianco della mafia. In passato è stato presidente della Corte d'Assise nel processo per la strage di Capaci, in cui morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie e cinque agenti della scorta. Ma per poco tempo. Venne sostituito per incompatibilità perché aveva fatto parte del Tribunale del Riesame per alcuni degli imputati.
Ottavio Sferlazza si è occupato di molti altri processi in cui erano imputati capimafia di Cosa nostra ai quali ha inflitto centinaia di anni di carcere. Ha presieduto anche il processo per l'uccisione del giudice Rocco Chinnici, e quelli per l'omicidio del giudice Antonino Saetta e del capitano dei carabinieri Emanuele Basile.