«Ha fatto soffrire Paul» I fan dei Beatles minacciano l’ex moglie

Lorenzo Amuso

da Londra

Prima il tormentato divorzio, quindi le illazioni sul suo passato da escort corredate da foto osé apparse su tutti i tabloid inglesi. A seguire la feroce battaglia con l’ex marito per un’adeguata liquidazione. Ora - addirittura - le minacce di morte. Se già due mesi fa Heather Mills, ex moglie di Paul McCartney, aveva confessato di aver vissuto «il peggiore anno» della sua vita, non poteva certo immaginarsi cosa le avrebbero riservato gli ultimi mesi del 2006.
Secondo la polizia del Sussex la sua incolumità sarebbe minacciata da due pregiudicati, sconsiderati fans dei Beatles, intenzionati a vendicare il loro idolo dei «presunti abusi subiti». Un’ipotesi talmente inquietante, benché «non imminente», da aver indotto le forze dell’ordine a far visita due volte alla ex signora McCartney, informandola anche sulle generalità dei due delinquenti. Personaggi che - allo stato attuale delle indagini - non sembrano aver alcun legame né con la Mills né con Sir Paul. È stato il capo ispettore Kevin Moore, della divisione di Brighton e Hove, a confermare quanto trapelato sui giornali. «Abbiamo parlato due volte con la signora e con il suo ex marito. Ci troviamo in una situazione di seria minaccia», le parole di Moore.
La Mills ha trascorso l’ultimo fine settimana a Brighton, da sola, lasciando la figlia Beatrice, 3 anni, a casa del papà. Chiusa in un impenetrabile silenzio (come d’altronde lo stesso McCartney) ha preferito non rilasciare dichiarazioni ufficiali. Ma i suoi amici l’hanno descritta come «estremamente spaventata», ancor più per la sicurezza della figlia che non per la sua. «La polizia ha incontrato Heather lo scorso giovedì, informandola sulle confidenze raccolte da un agente infiltrato nel mondo della delinquenza di Liverpool. Credono di sapere di chi si tratti - ha dichiarato un amico al Sunday Telegraph - Lo stesso ispettore è tornato il venerdì successivo, dicendosi sicuro dell’attendibilità delle voci. Le hanno fornito un numero d’emergenza in caso di pericolo». Secondo gli inquirenti le minacce sarebbero da ricondurre alla pessima immagine pubblica dell’ex modella, cucitale addosso con spregiudicato cinismo dalla stampa scandalistica. Instabile caratterialmente, falsa, avida di denaro, gelosa della fama dell’ex marito, la Mills paga dunque a carissimo prezzo quattro anni di matrimonio con una leggenda vivente del Regno Unito. Come se fosse un peccato di lesa maestà - imperdonabile - aver fatto soffrire l’ex bassista dei Beatles.