Ha partorito la figlia lesbica di Cheney

È nato Samuel David Cheney, il figlio di Mary Cheney e della sua
compagna Heather Poe, partner della figlia del vice presidente degli Stati Uniti.

Washington - È nato Samuel David Cheney, il figlio di Mary Cheney e della sua compagna Heather Poe, l’ex ranger che è la partner della figlia del vice presidente repubblicano, a sua volta attivista del Gop, da 15 anni. La notizia è stata annunciata dall’ufficio di Dick Cheney che ha posato insieme alla moglie Lynne, una nota commentatrice conservatrice, per la foto di rito insieme al sesto nipotino al Washington’s Sibely Hospital. Il piccolo David pesa 3,8 chilogrammi ha anche un «peso sulla bilancia politica», scrive oggi il Washington Post che ricorda le polemiche che suscitò, sia a destra che a sinistra, l’annuncio della gravidanza dato lo scorso dicembre da Mary, che ha 38 anni ha lavorato per la campagna elettorale del padre nel 2004 ed è stata sempre una gay dichiarata. Le organizzazioni per i diritti degli omosessuali hanno accusato la repubblicana di non schierarsi, nonostante la sua storia personale, a difesa dei matrimoni gay contro la crociata lanciata dal suo partito. Mentre la destra cristiana non ha esitato a scagliarsi contro il fatto che una coppia gay possa crescere dei figli.

Ma i Cheney hanno voluto sempre tenersi fuori dalle polemiche, ed il vice presidente lo ha fatto in modo brusco quando, lo scorso gennaio, gli è stata fatta una domanda in proposito dal commentatore politico della Cnn, Wolf Blitzer. Da parte sua Mary ha voluto sempre difendere la sua maternità e suo figlio da strumentalizzazioni politiche: «questo è un bambino, è un dono di Dio e non una dichiarazione politica - ha detto lo scorso inverno la manager di Aol - non può essere usato come un argomento nel dibattito da esponenti di una parte o dell’altra. È mio figlio». Non si è però tirata indietro quando ha dovuto replicare alle accuse della destra cristiana: «ogni ricerca scientificamente valida ha dimostrato che non c’è nessuna differenza tra i bambini che crescono con genitori dello stesso sesso rispetto a quelli che hanno genitori eterosessuali».