Ha posato nuda per «Playboy» degradata dall’Aeronautica Usa

da New York

Michelle Manhart, sergente dell'Us Air Force - l'Aeronautica militare americana - è stata degradata dopo essere stata sospesa dal servizio, nella base di Lackland, in Texas, per aver posato nuda sull'ultimo numero di Playboy.
«Sono delusa dal nostro sistema. Hanno davvero esagerato nei miei confronti», ha detto Manhart, 30 anni, sposata, due figli, una missione in Kuwait alle spalle.
Nel numero di febbraio della famosa rivista patinata fondata da Hugh Hefner, la soldatessa compare in diverse pose, alcune delle quali in divisa militare? «Questi comportamenti non rispettano gli alti standard che noi ci aspettiamo dai nostri soldati», aveva dichiarato Oscar Balladares, portavoce del base di Lackland. La «sergente-coniglietta», prima di fare carriera nell'Aeronautica militare, serviva nella Guardia nazionale dello Iowa. Lo scorso gennaio i suoi superiori le avevano notificato la sospensione dal servizio, allo scopo di consentire l'avvio di un'indagine interna di natura disciplinare.
Subito dopo aver saputo del servizio fotografico per Playboy, i vertici della base avevano deciso il primo provvedimento contro la Manhart: sospensione. La sergente «supermaggiorata» era stata quindi allontanata dall’incarico. Probabilmente lei non immaginava che le sue foto senza veli avrebbero sollevato un tale polverone.
Secondo i responsabili della base, che avevano deciso di aprire un'inchiesta, però la decisione della sergente «non era compatibile con i valori dell'Air Force». Per questo la sospesero. Per questo ora hanno deciso di degradarla.