Haber debutta al Carcano con «Platonov» di Cechov

La «prima» in scena da mercoledì 9, nella sala di corso di Porta Romana diretta da Giulio Bosetti

Mercoledì 9 dicembre debutta Al Teatro Carcano di Milano Alessandro Haber in «Platonov» di Anton Cechov (ore 20.30).
Opera giovanile di Cechov, scritta nel 1880-1881, è un testo senza titolo, battezzato dai critici Platonov. Cechov vi disegna un eroe senza volontà e fa emergere quella contrapposizione tra due mondi, la nobiltà e la borghesia mercantile, che riapparirà nelle opere maggiori. Ritrovato un paio di decenni dopo la morte dell'autore, che aveva lasciato accenni a un lavoro forse perduto o che aveva intenzione di distruggere, è stato pubblicato postumo nel 1923: un testo incompiuto, sebbene "incompiuto per eccesso di materia", come sottolinea il regista Nanni Garella. Nel ruolo del titolo, Alessandro Haber incarna i tratti negativi di un personaggio abulico, un Don Giovanni riletto e calato nel profondo della provincia russa, modellato sull'opera di Molière, con echi dalla grande letteratura di Puskin e Turgenev. All'interno di un'atmosfera intorpidita e provinciale si muovono i vari personaggi, spettatori inermi del ribaltamento delle relazioni sociali causato dal dissolvimento dell'aristocrazia militare e di tutta la struttura sociale legata a un'organizzazione di tipo feudale. Figurine di un mondo in decadenza, in cui i sentimenti non hanno più fondamento morale e i rapporti tra gli uomini sono dettati unicamente da interessi che non riguardano la sfera emotiva. Un mondo che, per aridità morale e rivolgimenti economici e politici, ha più di una somiglianza con il nostro: per questa ragione Garella ha spostato l'ambientazione della commedia alla fine del Novecento, nella Russia della perestrojka, vestendo gli attori con abiti moderni.
In occasione del ciclo "Gli incontri di Milano per lo Spettacolo" a cura del Comune di Milano, giovedì 10 dicembre alle ore 18 presso lo Spazio Eventi Mondadori (piazza Duomo, 1) Alessandro Haber, Nanni Garella, Susanna Marcomeni e Franco Sangermano incontreranno il pubblico. Conduce l'incontro Antonio Calbi. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Per informazioni e prenotazioni: 02-55181377/02-55181362, www.ticketone.it)