«Hai visto il tuo papà? È stato un vero eroe»

«Vedi tuo papà com’è stato coraggioso? Da domani tutti ne parleranno come se fosse un eroe». Non perde il sorriso né la calma Alessandra Reviglio, moglie da dodici anni di Paolo Garesio, il direttore della filiale della Banca di credito cooperativo di Cherasco, in provincia di Cuneo, che ieri pomeriggio è stato in balia di un commando armato di quattro malviventi che hanno assaltato la banca dove lavora da alcuni anni. La bimba di nove anni sgrana gli occhi e sorride. Forse sta già pensando a quando lo racconterà ai compagni di scuola. «Credo che l’unico modo per non spaventarla - spiega Alessandra, che con i bambini ci sa fare essendo un’insegnante - sia quello di non drammatizzare un fatto già di per sé molto drammatico». Il marito le ha fatto una telefonata veloce quando ormai era tutto finito, poi è caduta la linea. «Mi sono preoccupata, così sono andata sul posto con una mia collega per verificare di persona come stava - spiega Alessandra -. Lui si è girato, mi ha vista e mi ha detto di non preoccuparmi, che sarebbe arrivato a casa tardi». A vederlo così Paolo Garesio non sembra molto agitato, pare abbia attutito bene lo stress da ostaggio. Camicia bianca e cravatta sgargiante, parla con carabinieri e procuratore. «Riesce a mantenere sempre la calma, è il suo carattere, non si scompone mai», conclude orgogliosa Alessandra.